Chi siamo

Giusy Buccheri

Giusy Buccheri

Autrice e regista. Da sempre attenta ai temi dell’identità e delle migrazioni, è autrice del film documentario Sortino Social Club, il racconto di una comunità siciliana che ha ricostruito le proprie radici agli antipodi.

Ha lavorato come regista programmista per Tendenze casa, programma contenitore di design e arredamento per la casa, in onda su Leonardo. Collabora con produzioni italiane ed europee alla ricerca e sviluppo di soggetti documentari.

Laureata in Storia e Critica del Cinema al D.A.M.S di Bologna, ha completato la sua formazione in Francia e in Spagna, dove ha mosso i primi passi nel campo del documentario.

È stata fra i fondatori dell’associazione culturale Grió, attiva a livello nazionale nella promozione del documentario. In particolare ha ideato e coordinato il Corso di formazione avanzata in Produzione Internazionale del documentario, realizzato in collaborazione con la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma e con il contributo di Fox Channels Italy, e il ciclo di laboratori Workshop Doc – Percorsi professionali nel documentario.

www.giusybuccheri.com

 
 
 
 
 
 
 
 

Filmografia

 

Ieri oggi domani (serie di documentari, Italia 2012)
Prodotti da CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa.

Il decameron dei migranti (documentario, Italia 2012, 40’)
Prodotto dall’associazione culturale Aniwe.

L’acqua (documentario, Italia 2011, 5’)
Prodotto dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri.

Sortino Social Club. Storie di una comunità siciliana emigrata in Australia
(documentario, Italia 2011, 55’)
Prodotto da Grió in associazione con Suttvuess. Vincitore del concorso nazionale Memorie Migranti. Menzione speciale al Floridia Film Fest. Il progetto del film è vincitore del concorso Movin’Up per la mobilità internazionale dei talenti italiani. Presentato al Salinadocfest, Bastimento – Fimfestival della musica delle culture migranti, Viaemiliadocfest, Visioni d’archivio, Identità Film Festival, Tolentino International Film Festival.

Paola Vita (soggetto per un cortometraggio documentario, 2006)
Pubblicato da Feltrinelli nell’ambito del progetto “Che cosa manca” di Eskimosa e Rai Cinema.

I pupi di Ra ‘Gnaziu (documentario, Italia 2006, 28’)
Prodotto da Grió in associazione con Suttvuess. Festival del Paesaggio, MedVideofest, Giornate del cinema Mediterraneo e Lampedusa FilmFestival. Evento speciale alla VIII Rassegna Nazionale delle Marionette.

Nilo (di Giusy Buccheri e Elena Mortelliti, documentario, Italia 2004, 8’)
Evento speciale al Festival dei Popoli di Firenze 2004 e Documentary in Europe 2006. In concorso a Bellaria Film Festival 2005, D.N.A./Documenti Non Archiviati 2005, Cine’Eco/Festival Internacional de Cinema e Vídeo de Ambiente da Serra da Estrela 2005, Festa del Cortometraggio di Roma 2006, Lo Sguardo di Ulisse 2012, Portobello Film Festival 2012. Premiato a Inventa un film, CollecchioVideoFilm, Premio Giuseppe Dessì.

L’Ultimo viaggio… (documentario, Italia 2002, 8’).
Autoprodotto.

Michele Citoni

Michele Citoni

Giornalista, professionista della comunicazione, videomaker. Vive a Roma, dove lavora dal 1998 nel settore comunicazione in società locali a proprietà pubblica. È stato per molti anni attivista e dirigente della Legambiente, poi giornalista free lance specializzato in ecologia ed ha partecipato a progetti di ricerca sulla storia dei movimenti per l’ambiente e la salute in Italia con la Fondazione Pietro Nenni e la Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO. Nel 2010 ha pubblicato, nell’ambito di un volume collettaneo edito da Ediesse, il saggio storico “Marxismo ed ecologia: prove di avvicinamento nella ‘stagione dei movimenti’” scritto insieme a Catia Papa.

È stato caporedattore di Radio Città Futura-Popolare Network. Come giornalista, videomaker e collaboratore di organizzazioni non governative ha compiuto diverse attività in campo internazionale, tra cui missioni in Palestina (1989, 1990) e Albania (1997), la partecipazione al World Summit on Sustainable Development di Johannesburg (2002) e al World Social Forum di Nairobi (2007). È stato membro del comitato organizzativo di Festad’Africa Festival, festival internazionale delle culture dell’Africa contemporanea, nelle prime tre edizioni dell’evento. Ha organizzato la campagna italo-sudafricana “Mondiali al contrario” promossa da movimenti di base dei due paesi (2010).

Dal 2002 realizza documentari e video di documentazione sociale come indipendente. Nel 2004 ha frequentato a Firenze il corso di regia del documentario Doc Ut Des organizzato dal Festival dei Popoli ed ha conseguito la qualifica professionale di Documentarista rilasciata dalla Regione Toscana.

 

Filmografia

 

Traduzioni (di Michele Citoni e Leonardo Ottaviani, documentario, Italia 2016, 72′) – Regia, produzione, riprese. Selezionato da: MonFilmFest, Napoli Film Festival/concorso SchermoNapoli Doc, Sandalia Sustainability Film Festival.

Avellino-Rocchetta, sospensione di viaggio (documentario, Italia 2015, 33′) – Regia, produzione, riprese, montaggio. Presentato in anteprima al Calitri Sponz Fest/Mi sono sognato il treno (ideato e diretto da Vinicio Capossela); selezionato da: MonFilmFest, Scrittura e Immagine, Sguardi dal Sud/Med Fest Winter, Cortocircuito/Savigliano Film Festival (menzione speciale), Il Mestiere del Cinema/concorso “Ti mando a quel paese”, Montecatini International Short Film Festival, Sandalia Sustainability Film Festival, Travel FilmFest (Cipro).

Mezzafemmina a Rocchetta Sant’Antonio (documentario musicale, Italia 2014, 22′) – Regia, produzione, riprese. Selezionato da: CineFort, Il Mestiere del Cinema/concorso “Ti mando a quel paese” (vincitore ex aequo), Mizzica Film Festival, MonFilmFest, Catone Film Festival (vincitore sezione documentario), International Tour Film Festival, G Awards.

Da uomo a uomo (documentario, Italia 2011, 17’) – Regia, produzione, riprese, montaggio. Realizzato per l’associazione Maschile Plurale. Pubblicato in DVD con il contributo della Provincia di Roma in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Terre in moto (di Michele Citoni, Angela Landini e Ettore Siniscalchi, documentario, Italia 2006, 60’) – Regia, produzione, riprese, montaggio. Realizzato con il contributo della Provincia di Salerno. Selezionato da numerosi festival internazionali tra cui Cine’Eco (Portogallo), Cinemambiente, Mediterranean Environmental Award (Spagna), MonFilmFest (vincitore del Premio del Pubblico), Satricum Doc Festival (menzione speciale).

Viteflessibili (soggetto per un cortometraggio documentario, 2006) – Pubblicato da Feltrinelli nell’ambito del progetto “Che cosa manca” di Eskimosa e Rai Cinema.

This Land is My Land (John) (di Michele Citoni e Sara Zavarise, documentario, Italia 2004, 9’) – Regia, produzione, riprese, montaggio. Evento speciale al Festival dei Popoli e Documentary in Europe, selezionato da diversi festival internazionali, tra cui Bellaria Film Festival e Cine’Eco (Portogallo).

Indistruttibile (documentario, Italia 2004, 60’) – Regia, produzione, riprese, montaggio. Realizzato nell’ambito del MonFilmFest (menzione della giuria e premio del pubblico). Selezionato da numerosi festival internazionali tra cui Officinema/Visioni Italiane (vincitore del premio Visioni Ambientali), Immagini dall’Italia (vincitore), Genova Film Festival (menzione della giuria del Premio Cinemavvenire).

We are the poors. Cronache dal Sudafrica 2002 (documentario, Italia 2002, 31’) – Regia, produzione, riprese. Selezionato da numerosi festival internazionali tra cui Premio Libero Bizzarri, La imagen del Sur (Spagna), Ajì de Video (Bolivia). Pubblicato nel cofanetto “CCS Wired” (2006) a cura del Center for Civil Society dell’Università del KwaZulu-Natal (Sudafrica). Presentato da Rai 2, con un’intervista all’autore, nel programma “Un mondo a colori”.